Chi è Hannah John-Kamen, da Star Wars a villain per la Marvel

Condividi con chi vuoi!

Con l’uscita di Tomb Raider, dal 15 marzo nei nostri cinema, il mondo non fa che parlare di Alicia Vikander, la nuova Lara Croft del grande schermo. Un ruolo difficile per l’attrice svedese, che nel corso della sua vita ne ha passate di ogni, come vi abbiamo raccontato in questo nostro approfondimento. Prima ballerina, poi aspirante studente di legge a causa di un infortunio, poi il cinema quasi per caso e la vittoria di un Oscar per The Danish Girl. Anche lei, come tutti del resto, ha fatto la sua bella gavetta prima di diventare una star internazionale, più o meno lo stesso percorso che sta facendo l’interprete inglese Hannah John-Kamen. Probabilmente il suo nome non vi dice ancora niente, ma siamo pronti a scommettere che fra non molto sentirete parlare eccome di lei. È infatti considerata uno degli astri nascenti del panorama attuale, in televisione ha all’attivo diverse comparsate in serie TV di successo come Il Trono di Spade, Black Mirror e Misfits, è però il piccolo (ma intenso) curriculum cinematografico che lascia abbastanza a bocca aperta.

Four in a row

Soltanto quattro i progetti a cui ha preso parte sinora, tre dei quali girati nel giro di cinque mesi, ma aspettate di sentire il calibro. Il suo debutto sul grande schermo è stato assolutamente di fuoco, è apparsa infatti in Star Wars – Il Risveglio della Forza grazie a J.J. Abrams, nei panni di un ufficiale del Primo Ordine. La bella Hannah ha ottenuto una piccola parte anche nel Tomb Raider appena uscito in sala, ovvero quella di Sophie, coinquilina e migliore amica di Lara. C’è però ancora un altro gigantesco film in uscita a marzo che la vede nel cast: gioca infatti l’inedito ruolo (non presente nel libro) di F’Nale Zandor in Ready Player One del maestro Steven Spielberg, in arrivo nelle nostre sale il prossimo 28 marzo. Manca il quarto progetto, un lavoro che certamente farà sogghignare con soddisfazione molti fra voi: parliamo dell’atteso Ant-Man and the Wasp, nuova opera Marvel in cui la John-Kamen è intenta a interpretare Ghost – primo vero ruolo di peso della sua carriera.

Sotto stretta osservazione

Proprio a proposito di questo ha recentemente dichiarato all’Hollywood Reporter: “È stato davvero divertente interpretare Ghost, l’intera produzione del film è stata deliziosa. Gran parte del merito va certamente al regista Peyton Reed che è stato grandioso. È sicuramente il mio ruolo più importante finora.” Come molti di voi sapranno, Ghost nel fumetto originale è un personaggio maschile, cosa che prossimamente potrebbe far molto discutere. La John-Kamen però non se ne preoccupa: “È vero, originariamente Ghost è un personaggio maschile e nel fumetto lo sarà sempre. Quando però lo tiri fuori dalle pagine, lo fai diventare un personaggio vero, diventa creta nelle tue mani, puoi modellarlo come vuoi.” Dalla TV all’essere un villain in un film Marvel in una manciata anni (meno di 10), un’accelerazione non da poco: “Sono stata letteralmente travolta dagli eventi, dalla vita. Sto vivendo una favola a occhi aperti, in ogni caso resto con i piedi per terra, legata alla mia famiglia e ai miei affetti, che sono sempre un porto sicuro verso cui tornare.” Noi vi abbiamo messo in guardia, ora tocca a voi tenere la bella Hannah, attrice britannica classe 1989, sotto stretta osservazione.

Source link