David Harbour non pensava che la serie avrebbe avuto successo!

Stranger Things arriverà su Netflix l’anno prossimo, a inizio 2019 con l’attesissima terza stagione. Ma uno dei suoi protagonisti principali, David Harbour – il fantastico sceriffo Jim Hopper – non era affatto sicuro del successo del prodotto, quando ha iniziato a lavorarci. Ecco cosa ha dichiarato in un’intervista sull’inizio delle riprese!

“Quando stavamo girando, erano circa quattro episodi, ho pensato: “ok, non lo guarderà nessuno!” L’ho pensato sì, ed ho anche pensato “No, non vado bene, e questo non va bene”. E non è stato d’aiuto perché stavamo tutti lavorando duramente, ma eravamo in una specie di bolla, pensavo che fosse come, sai, semplicemente l’ultima cosa di una lunga serie di fallimenti … Ero diventato molto cinico, ma devo essere sincero, era una di quelle opportunità su cui le mie aspettative erano proprio basse … E quindi, prima che uscisse, ero spaventato.

E poi, mentre stavo lavorando con un ragazzo che faceva parte di un programma televisivo di grande successo gli ho chiesto se fosse normale che, a tre settimane dall’uscita, il mio show non avesse ancora dei cartelloni pubblicitari. Non c’era nulla da nessuna parte, nessuna pubblicità sugli autobus, niente. E poi, a una settimana dall’uscita, ancora niente pubblicità. Quindi ho parlato con [l’attore] e gli ho chiesto di nuovo: “Non ci sono pubblicità. Secondo te è un brutto segno? E lui ha detto qualcosa del tipo: “Lo stanno affossando, sicuramente.” E io ero terrorizzato e mi sono detto “Ma che cavolo, era la mia possibilità e me lo stanno affossando.” E poi è uscito, ed è stato assurdo, sapete com’è andata. Ora sostengono di averlo fatto apposta, in modo tale che le persone che lo hanno visto per prime possano vantarsi con gli amici a cui l’hanno consigliato e, se ci pensate, è geniale!”

La terza stagione di Stranger Things arriverà su Netflix a inizio 2019.

Fonte Notizia