Infinity War, i look dei Vendicatori nella battaglia contro Thanos

Condividi con chi vuoi!

Tra poco meno di un mese assisteremo alla battaglia tra i Vendicatori uniti contro il temibile Thanos in Avengers: Infinity War dei fratelli Russo, ma nell’attesa la campagna promozionale del film ci sta regalando settimana dopo settimana diverso materiale da approfondire, come ad esempio i nuovi look dei protagonisti. Come usanza dei cinecomic e più nello specifico dei Marvel Studios, infatti, ogni nuova avventura di Iron Man, Captain America o Thor si porta dietro un cambio più o meno significativo dei costumi o del look dei personaggi, così da svecchiare di volta in volta il brand e renderlo via via più moderno e comunque dal sapore originale, senza mai lasciarlo mutare radicalmente. Il terzo crossover del MCU non farà ovviamente eccezione e già dalle immagini promozionali o dai vari spot e trailer abbiamo avuto modo di dare un’occhiata al nuovo stile degli Avengers, e sottolineiamo solo degli Avengers, perché a quanto pare i Guardiani della Galassia manterranno il look del secondo capitolo del franchise, anche se Groot passerà dalla sua forma Baby a quella adolescenziale.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Ora, tralasciando chi, come il Doctor Strange, è fin troppo legato a una filosofia orientale eticamente incardinata al sopravvento della mente sul corpo, alla spiritualità e quant’altro, impermeabile quindi ai cambi di look, per i restanti Vendicatori non sarà così. Prendiamo la Vedova Nera di Scarlett Johnsson, ad esempio. Parlando con i fratelli Russo del look adatto al personaggio in Infinity War, l’attrice ha deciso di “invecchiare” il suo aspetto e modificarlo, eliminando completamente i capelli rossi per tingerseli di un biondo platino molto vicino al bianco, indossando inoltre una suit sempre elettrificata ma di colore verde e nero, senza accenni di blu o viola come in passato. Cambio questa volta più radicale anche per Captain America (Chris Evans), che oltre ad avere per la prima volta una folta barba non indosserà quasi mai il suo iconico caschetto, senza contare il cambio di scudo, sempre in vibranio ma decisamente più moderno, separabile in due e utilizzabile a due mani. La tuta, inoltre, più scura, è vicina al look Nomad dei fumetti e non è chiaro se sarà o meno l’ultima suit in cui lo vedremo prima della sua praticamente annunciata scomparsa in Infinity War o Avengers 4 – nel quarto film potrebbe apparire addirittura solo in dei flashback o nel passato, in quanto potrebbe esserci un viaggio nel tempo.
Lineamenti più tondeggianti, puliti e sinuosi anche per la nuova armatura di Iron Man (Robert Downey Jr), decisamente più elegante delle precedenti e con un equilibrio più raffinato tra i colori, senza un rosso o un oro predominanti ma forte di una simbiosi cromatica che regala un colpo d’occhio davvero interessante. Anche Thor (Chris Hemsworth) apparirà diverso nell’aspetto, con tanto di benda sull’occhio destro, più vissuto e con una suit più aderente meno appariscente, sempre con l’immancabile mantello a coprirgli la schiena, anche se probabilmente non lo indosserà per buona parte del film. Proprio come Iron Man, inoltre, War Machine (Don Cheadle) subirà dei miglioramenti “alla Stark”, esattamente come l’ormai anticipatissima Iron Suit di Spider-Man (Tom Holland), che avrà esattamente – come quella di Tony – degli pseudo tentacoli dietro la schiena.

Sulla tuta di War Machine invece non abbiamo ancora avuto modo di vederli, ma probabilmente le modifiche saranno state apportate in blocco a tutte le armature, forse per adattarle a una possibile battaglia nello spazio aperto, che sin dal primo Avengers terrorizza a livello di attacchi di panico il buon Tony. Occhio di Falco (Jeremy Renner) e Ant-Man (Paul Rudd) non campaiono in alcun materiale promozionale del film, ma quasi certamente avranno un loro specifico ruolo all’interno della Guerra dell’Infinito e con un loro nuovo look, esattamente come Black Panther (Chadwick Boseman), del quale abbiamo avuto modo di vedere molto poco finora. La vicinanza alla sorella Shuri (Letitia Wright), però, comporterà sicuramente dei miglioramenti alla sua tuta, dato il talento della ragazza nell’innovazione tecnologica e nella sperimentazione del vibranio.

Source link