“Non mi pento di nulla. Sara per mancanza di coraggio, non ha seguito i suoi sentimenti”

Sara Affi Fella ha concluso la sua esperienza a Uomini e Donne in compagnia di Luigi Mastroianni, preferendolo al suo rivale Lorenzo Riccardi. Proprio quest’ultimo, a distanza di qualche settimana dalla scelta, ha rilasciato un’intervista esclusiva a Uomini e Donne Magazine dove ci ha tenuto a precisare di non essere assolutamente arrabbiato con l’ex tronista e di non rinnegare assolutamente tutto ciò che ha vissuto con lei.

Nessun lieto fine per Lorenzo che sperava di uscire dagli studi del dating show di Maria De Filippi con Sara. Ma nonostante ciò, l’ex corteggiatore non si perde d’animo e, intervistato dal noto settimanale, rivela:

Non mi pento di nulla di ciò che ho fatto. Mi sono fatto conoscere per quello che sono. E poi, come ho già detto, non penso che quella di Sara sia stata una scelta di cuore. Ricordiamoci che è stata lei a venirmi a riprendere quando mi ero dichiarato per un’altra. Le cose non sono andate come avrei voluto. Non mi è mai passato di mente di rifilarle un due di picche. E sono anche convinto che molte volte, se non avessi fatto così, non sarei neanche riuscito ad avere le sue attenzioni. Sara mi piaceva molto e mi piace tutt’oggi, inutile negarlo. […] Io faccio la vita di un ragazzo 22enne ed evidentemente lei cercava un suo coetaneo che però conducesse la vita di uno di 40: uno pronto ad andare a convivere e a metter su famiglia. Un uomo che dedicasse la sua vita esclusivamente a lei. Io non voglio bruciare le tappe: c’è ancora tempo per diventare adulti. Una donna mi deve completare e non tarparmi le ali perché siamo fidanzati. Rimane comunque una bellissima persona che, però, per mancanza di coraggio, non ha seguito i suoi sentimenti. Lorenzo non la faceva stare tranquilla. Forse certe volte avrei dovuto essere meno diretto e usare più filtri

Riccardi torna a parlare anche della famosa notte trascorsa con la Affi Fella in villa senza telecamere:

Posso dire che in quei sessanta minuti ho pensato tutto tranne che di non essere la scelta. […] Mi sarebbe piaciuto domandarle perché di notte è voluta venire da me. Perché se sono io che non riesco a farle prendere sonno e, quando ci chiariamo, sono la stessa persona che riesce a farla dormire con il sorriso, lei mi dice che prova solo affetto. Io ci credevo nel nostro lieto fine

Durante il suo percorso, il simpatico pugliese non hai mai nascosto che gli piacerebbe molto salire sul trono e che, se dovesse arrivargli la proposta, accetterebbe subito:

Nessuno mi venga a dire: se rispondi così non ti è mai importato nulla di Sara. Se lei mi avesse scelto io ora starei felicemente insieme a lei. Detto ciò, visto come sono andate le cose, chiusa una porta si apre un portone. Il sorriso non me lo toglierà mai nessuno!





Fonte consultata