un primo sguardo alla nuova stagione disponibile su Netflix

Condividi con chi vuoi!

È passato più di un anno dal debutto di Santa Clarita Diet su Netflix: i nostri ricordi della serie con Drew Barrymore potrebbero essere un po’ annacquati, ma a rinfrescarci la memoria c’è il recap all’inizio della seconda stagione, disponibile su Netflix dal 23 marzo. Eccoci di nuovo proiettati nelle vicende dei coniugi Hammond, che anche in questa seconda stagione si trovano a dover combattere contro un malessere che serpeggia fra le stesse mura domestiche. E fra trovate bizzarre e battute di spirito, la famiglia anticonvenzionale più sarcastica di tutta l’America deve proteggere ancora una volta un certo scomodo segreto prima che la situazioni degeneri. Sì, perché Sheila è un zombie famelico, ed evitare che il quartiere possa scoprire tutta la verità diventa l’unica ragione di vita degli Hammond. Se la prima stagione è stata una vera e propria ventata di aria fresca nel panorama delle dark comedy, questa seconda annata sembra riuscire a mantenere comunque le aspettative prefissate. Il primo episodio di Santa Clarita Diet riprende il filo della storia dove è stato interrotto, e continua la sua corsa nel tratteggiare i vizi, le virtù e i costumi della famiglia di oggi.

Santa Clarita Diet: nuove avventure per la famiglia Hammond

La situazione sta precipitando per i coniugi di Santa Clarita. Joel (Timothy Olyphant) si trova in custodia preventiva in una clinica psichiatrica a causa del suo crollo nervoso, Sheila (Barrymore) invece è ancora incatenata nel seminterrato. Eric (Skyler Gisondo) e Abby (Liv Hewson), intanto, cercano senza sosta di ottimizzare il siero che possa calmare gli istinti famelici della zombie, mettendo in moto però una serie di eventi sconclusionati che porteranno Sheila a uccidere un altro uomo, vicinissimo a scoprire il suo segreto. La situazione si complica ulteriormente quando il giovane Eric inizia un flirt con una commessa del supermercato, anche lei con strane abitudini alimentari.

Drew Barrymore’s Show

L’iconica attrice è ancora una volta l’indiscussa protagonista della serie TV. Anche in questo episodio infatti Drew Barrymore conferma le sue doti da mattatrice: è sarcastica, pungente, scostumata, assolutamente fuori di testa. Le caratteristiche di Sheila appaiono ora ancora più pungenti rispetto al passato dato che la protagonista ha intuito cosa vuol dire essere uno zombie in una realtà famelica e disfattista; soprattutto comincia a ragionare sul fatto che, prima di tutto, deve proteggere la sua famiglia, deve accudire la figlia Abby e salvare il matrimonio con Joel. Un cambio di rotta, una nuova strada da imboccare senza voltarsi indietro, un pensiero che traspare dal viso di una donna la cui vita le ha giocato un vero e proprio tiro mancino. Non resta da vedere se, nel corso della stagione, le ragioni di Sheila riusciranno a resistere al suo istinto primordiale.

Un buon inizio per una buona seconda stagione

Si aprono dunque scenari piuttosto interessanti per la serie di Netflix. Mantenendo intatto il suo stile da dramedy, il ritmo serrato, le battute graffianti e scostumate, e proseguendo in una modesta caratterizzazione dei personaggi, la seconda stagione di Santa Clarita Diet sembra per ora rispettare lo stile della prima. Al di là della bizzarra idea di base, che mescola misticismo e puro splatter, resta quella voglia di tratteggiare gli usi e costumi della famiglia americana moderna. Il primo episodio apre gi le danze per un succulento e delizioso binge watching.

Fonte Notizia