Yusuke Nakamura e l’arte in stile anime, da Sailor Moon a Wonder Woman

Condividi con chi vuoi!

Vi sembra di riconoscerne lo stile? E’ assai probabile, visto che Yusuke Nakamura non soltanto è uno degli illustratori di spicco nel panorama artistico giapponese moderno, ma è facile inoltre associarlo al peculiare stile grafico dell’anime The Tatami Galaxy, di cui ha curato i personaggi.
 

Year-of-the-Dog.jpg

Ma se volessimo mettere su carta le ragioni del suo successo, dovremmo probabilmente citare innanzitutto il suo utilizzo di linee pulite e di colori pastello intensi ed accattivanti, nonché un certo richiamo allo stile di Alfons Mucha nel design dei personaggi di profilo e nelle campiture di sfondi dettagliati e geometrici.
 

Original-Art Nakamura.jpg

Nakamura è nato nella città di Takarazuka nella prefettura di Hyogo nel 1978; la città, curiosamente, è la stessa rinomata per il celebre teatro tutto al femminile.

Oltre a The Tatami Galaxy, Nakamura ha collaborato anche al design di Yoru wa Mijikashi Arukeyo Otome (La notte è breve, per cui muoviti, fanciulla!) di Masaaki Yuasa, film recentemente proclamato vincitore per l’animazione ai Japan Academy Prize, l’equivalente degli ‘Oscar’ giapponesi (qui sotto le copertine).
 

Nakamura ha poi realizzato diverse copertine per i CD della band di rock alternativo degli Asian Kung-Fu Generation.
Di seguito vi proponiamo invece un’interessante carrellata di incroci tra la sua arte e quella di figure d’animazione o tratte dal mondo dei videogiochi altrettanto iconiche. Che cosa ne pensate?
Per le illustrazioni in alta risoluzione vi rimandiamo alla galleria in calce alla notizia.
 

Vi lasciamo con un’ultima curiosità: se lo stile di Nakamura vi ha catturato il cuore e siete iscritti ai social Twitter o Tumblr, d’ora in avanti potrete vedere l’artista pubblicare illustrazioni inedite giorno dopo giorno!
 

1. Wonder Woman

Ecco la bellissima superdonna con, accanto, un’illustrazione di Alfons Mucha a titolo di riferimento:

 

2. Sailor Moon

 

Sailor-Moon-1.jpg

Una curiosità che intreccia Nakamura all’autrice di Sailor Moon, Naoko Takeuchi, oltre che al già sopra citato artista Mucha. Quest’ultimo non ha ispirato solo Nakamura, visto che la Takeuchi ha utilizzato proprio il design di un abito di Mucha per farlo indossare alla protagonista Usagi Tsukino.
 

Di chiara ispirazione ‘mucha-esca’ sono state poi alcune celebri illustrazioni animate dedicate alle guerriere Sailor, che vi riportiamo qui sotto:
 

 

3. Asian Kung-fu Generation

 

 

4. Love and Lies

 
Dall’omonima serie TV animata:

 

5. Street Fighter

 

 

6. Project E-Dive

 

 

7. Gamba Osaka

Si tratta di un club calcistico fondato nel 1980 con sede a Suita, nella prefettura di Osaka.
Curiosità vuole che il nome derivi proprio da una parola italiana, mescolato ad un gioco di parole tutto giapponese: “gamba” significa proprio ‘gamba’, che in lingua giapponese si può pronunciare però anche ‘ganbaru’, ovvero ‘fare del proprio meglio’.
 

 

8. Sony Aibo

Fatte il tifo anche voi per i cucciolotti robotici di Sony, qui a contatto con un delfino?
 

naka Sony-Aibo.jpg

 

9. Illustrazioni originali

 

10. Transformers: The Last Knight

 

naka Transformers-The-Last-Knight.jpg

 

11. Appare ~ All the Best

 
Tantissimi simboli della tradizione giapponese si ritrovano riuniti in un’unica illustrazione, a perdita d’occhio:
 

 

12. Osamu Tezuka

L’illustrazione che omaggia il Dio dei Manga è tra le più recenti realizzate:
 

 

E come concludere, se non con il celebre gatto spaziale in un certo senso simbolo del Giappone stesso?
 

naka doraemon.jpg

Fonte consultata:
GoBoiano

Fonte Notizia